• Città Creative UNESCO italiane per la Gastronomia dal 2017

    Alba

  • Città Creative UNESCO italiane per la Gastronomia dal 2019

  • Città Creative UNESCO italiane per la Gastronomia dal 2015

Alba, Bergamo, Parma

Le tre Città Creative UNESCO italiane per la Gastronomia

L’Associazione commercianti Albesi, Ascom Confcommercio Bergamo e Ascom Confcommercio Parma, espressioni territoriali di Confcommercio Imprese per l’Italia, hanno firmato un “Protocollo di intesa nell’ambito del Distretto delle Città Creative Unesco per la Gastronomia”, che segue la firma di un analogo documento avvenuta tra le amministrazioni delle tre città italiane.

L’obiettivo è creare un ecosistema capace di includere il vivere, il visitare e il fare impresa, promuovendo e valorizzando non solo le proprie eccellenze gastronomiche e le imprese del terziario e dei servizi ad esse collegate, ma anche la varietà dei paesaggi, la ricchezza culturale, l’eredità storica e le innumerevoli attrattive turistiche dei territori.

Fiore all’occhiello del progetto è la creazione di una vera unica e attrattiva destinazione enogastronomica, in grado di diffondere la cultura dei prodotti protagonisti del riconoscimento ricevuto e la possibilità di visitare i luoghi di produzione. Si tratta infatti di un tour alla scoperta delle eccellenze culinarie e vitivinicole delle tre Città Creative che parte da Bergamo, passa da Alba e raggiunge Parma.

Le tre città hanno inoltre individuato un evento di natura enogastronomica o culturale, strettamente rappresentativo del territorio ospitante, al quale partecipare insieme organizzando dei micro eventi a tema come ad esempio show cooking, degustazioni guidate, scuole di cucina, conferenze stampa, e interventi di esperti.

Un riconoscimento a tradizioni culinarie secolari, capaci di vivere nel presente e di guardare al futuro.

L’alchimia tra saperi antichi e materie prime uniche ha creato un patrimonio enogastronomico dal valore inestimabile, fortemente identitario e fondato sulla ricchezza della biodiversità.

Unite dal 2021 nel Distretto delle Città Creative UNESCO per la Gastronomia, le tre città intendono promuovere e valorizzare non solo le loro eccellenze gastronomiche, ma anche la varietà dei paesaggi, la ricchezza culturale, l’eredità storica e le innumerevoli attrattive turistiche dei territori. Le Ascom delle tre realtà sono impegnate in un progetto di rete comune che intende affermare la crescita del distretto come entità socioeconomica e turistica unitaria.

L’obiettivo finale è creare un ecosistema capace di includere il vivere, il visitare e il fare impresa.

Mappa penisola italiana
Alba
Bergamo
Parma

Alba

Alba accoglie i visitatori con i paesaggi delle Langhe, alla scoperta delle colline dove nasce il Barolo. Dopo aver visitato le torri medievali, i palazzi liberty e le chiese romaniche della città si parte per un’esplorazione nei boschi, alla ricerca del Tartufo Bianco, da degustare nel silenzio della natura.

Bergamo

Bergamo regala le meraviglie dello scrigno medievale intatto di Città Alta, da cui si parte verso le valli. In Val Brembana si vivono le atmosfere vintage del Casinò e del Grand Hotel a San Pellegrino Terme e si assaggiano i formaggi DOP originari della zona. La Val Seriana offre la possibilità di visitare i luoghi di produzione di un’altra eccellenza, il Moscato di Scanzo.

Parma

Parma apre le sue porte con un’antica cantina per la stagionatura del Culatello di Zibello. Poi è la volta del Parmigiano Reggiano, di cui si scoprono i segreti nella visita guidata a un caseificio. Il Prosciutto di Parma DOP è l’antipasto della visita al Castello di Torrechiara e a una cantina di produzione dei vini dei Colli di Parma. Il viaggio si conclude con i capolavori architettonici e artistici della città.

Tre città, tre territori, infiniti sapori.

Tour alla scoperta delle eccellenze culinarie e vinicole d’Italia, tra Città Creative UNESCO per la Gastronomia, borghi storici e paesaggi rilassanti.

Tre città, tre territori, infiniti sapori.

Tour alla scoperta delle eccellenze culinarie e vinicole d’Italia, tra Città Creative UNESCO per la Gastronomia, borghi storici e paesaggi rilassanti.